Tipo: Mostre | Località: Palazzo Pina Luz

Data di inizio della mostra 23 marzo 2024 - Data di fine della mostra 01 settembre 2024

Mostre: Gervane de Paula: quanto è bello vivere nel Mato Grosso

La prima mostra personale di Gervane de Paula presso un'istituzione a San Paolo ripercorre i 40 anni di carriera dell'artista, mettendo in discussione le questioni sociopolitiche del Centro-Ovest brasiliano. Nella mostra sono inclusi i suoi primi dipinti, autoritratti e opere critiche sull'esperienza di vita nel Mato Grossense. Funziona come Mappa, di 2016 e Pantera nera, dal 2023, può essere visto per la prima volta.

Nella mostra, scene di Cuiabá e i primi dipinti dell'artista possono essere visti dal pubblico in opere che abbracciano il periodo dal 1979 al 1983. Il quartiere di Araés, dove si trova lo studio di Gervane, è rappresentato in immagini di convivialità e feste. Inoltre, sono presenti scene con alberi di mango e anacardi e dipinti raffiguranti la pesca e l'estrazione mineraria.

DA AUTORITRATTI, DIPINTI E INSTALLAZIONI ALLE SCULTURE E FOTOGRAFIE

Una delle tre gallerie in mostra riunisce autoritratti e dipinti degli anni '1980, periodo in cui il suo lavoro si trasforma formalmente e acquisisce contorni grafici.

Nella sala successiva ci sono opere che esplorano il rapporto di Gervane con altri artisti, come dipinti realizzati sulla base di personaggi del pittore Phillip Guston, un grande ritratto dell'artista Leda Catunda, realizzato negli anni 1980. Fanno parte di questo gruppo anche opere come COME Bomba fatta in casa (2002) e Artista nero, gallerista bianco (2018).

La terza e ultima galleria della mostra riunisce un insieme di opere realizzate a partire dagli anni 2000 in poi come testimonianza delle esperienze di conflitto e violenza nel Centro-Ovest. Incorporando nuovi linguaggi nel suo lavoro, Gervane crea installazioni, sculture, fotografie e dipinti che esplorano temi come la violenza della polizia, l'aumento della deforestazione e degli incendi nel Pantanal, l'uso indiscriminato di pesticidi e il traffico di droga.

A proposito di Gervane de Paula

Gervane de Paula (Cuiabá, Mato Grosso, 1961) è un'artista che produce in diversi linguaggi e supporti, lavorando con pittura, scultura e installazioni. Il suo lavoro ha un profondo rapporto con gli ecosistemi e l'esperienza della regione in cui vive. Il cerrado, la foresta e la zona umida sono oggetti di riflessione per la sua produzione.

Scene di vita quotidiana e opere di carattere critico permeano il lavoro di Gervane, che ottenne riconoscimento fuori Cuiabá nel 1982, quando espose per la prima volta al Museo di Arte Moderna di Rio de Janeiro, nella mostra collettiva “Brasile/Cuiabá: Pintura Cabocla”, organizzato dalla critica culturale Aline Figueiredo.

informações mais

La mostra è curata da Thierry Freitas.

Servizio

Località: Pinacoteca Luz (2° piano)
Data: dal 23 marzo 2024 al 1 settembre 2024
Indirizzo: Praça da Luz, 2, San Paolo — SP.
Orari di apertura: dal mercoledì al lunedì, dalle 10:18 alle 3:10. Giovedì con orario prolungato B20 a Pina Luz, dalle 18 alle XNUMX (gratuito dalle XNUMX).

Fotografia

-

-

Immagini: Levi Fanan

Materiale

Tour virtuale

Iscriviti alla nostra newsletter

e segui il nostro programma

.

    Cliccando su "Accetto tutti i cookie" o proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti al
    memorizzare i cookie sul tuo dispositivo per migliorare l'esperienza e la navigazione del sito.
    Consultare a Privacy Policy per maggiori informazioni.

    Accetta tutti i cookie